cosa è illustrator

In questo articolo ti spiego che cosa è Adobe Illustrator, in che ambito viene utilizzato e perché è fondamentale per designer, grafici ed illustratori. Scoprirai anche perché è ritenuto il miglior software per fare grafica vettoriale e quanto sia differente da Photoshop e InDesign.

 

Sei carico? iniziamo!


Un po di storia: il software che ha cambiato il modo di fare grafica

Prima del 1986 il graphic design era una noiosa attività che richiedeva un processo analogico meticoloso. L’impaginazione di un depliant richiedeva giornate di duro lavoro e se all’improvviso la penna a china impazziva schizzando inchiostro su tutto il foglio, bisognava ricominciare da capo. Nessuna possibilità di tornare indietro premendo Ctrl/Cmd+Z.

Di seguito voglio mostrarti un breve documentario diretto dalla graphic designer americana Briar Levit che racconta come si faceva grafica prima dell’avvento dei computer.

 

 

Con l’arrivo dei pc, nella metà degli anni 80, l’azienda Adobe System sviluppò un software chiamato PostScript che permetteva di ridimensionare, schiacciare ed allungare immagini. Tuttavia il problema principale di PostScript è che poteva essere utilizzato solamente da esperti in quanto richiedeva nozioni di programmazione.

Nel 1986 la stessa azienda, lanciò Illustrator e fu subito una “magia” per i graphic designer di tutto il mondo. Il software infatti grazie all’impiego di equazioni matematiche permetteva di disegnare interattivamente a mano libera linee rette, curve e forme, ma sopratutto modificare e salvare ogni progetto.

 

Adobe Illustrator v1 - 1987

 

Quest’innovazione portò i professionisti ad abbandonare la loro formazione standard ed intraprendere un nuovo modo di lavorare.

Dai un occhiata al video documentario che racconta la storia di Adobe Illustrator con le interviste ai co-fondatori.

 


Che cos’è e a che cosa serve Illustrator?

Come avrai avuto modo di apprendere dalla cronistoria, Illustrator è nato come software di disegno ed in particolare disegno vettoriale. Le immagini vettoriali possono essere scalate all’infinito senza subire perdite di qualità o definizione. Se vuoi approfondire l’argomento grafica vettoriale ho scritto una guida completa a riguardo che ne illustra tutti i vantaggi: che cosa è la grafica vettoriale.

Cosa è Adobe Illustrator

Adobe Illustrator è la soluzione standard di settore per la grafica vettoriale, utilizzata da varie categorie di designer in tutto il mondo per disegnare illustrazioni, fumetti, cartoni animati, diagrammi, grafici, infografiche e loghi. Il software viete utilizzato inoltre per creare depliant, volantini, flyer, manifesti, brochure, biglietti da visita, copertine, packaging, interfacce utente per siti e app, mappe, banner, disegni foto-realistici ed icone.

Il programma non richiedere alcuna conoscenza preliminare di disegno o pittura nonostante venga utilizzato per disegnare a mano libera (con mouse o tavoletta grafica), ricalcare fotografie o trasformare disegni a matita in opere digitali.

 

Chi utilizza Adobe Illustrator?

Illustrator viene utilizzato da designer, artisti, illustratori e grafici. Viene sfruttato anche da chi realizza layout o interfacce per software, app o siti web. Si integra perfettamente con altri software della casa come Photoshop, Indesign e After Effects, ma anche con programmi CAD e 3D.

 

Quali sono le differenze rispetto a Photoshop e Indesign?

photoshop vs illustrator vs indesignOk, ti ho spiegato che cosa è Illustrator, ma quali sono le differenze rispetto agli altri due software di casa Adobe ovvero Photoshop e InDesign?

Te lo dico subito!

Se hai letto il mio articolo “che cosa è la grafica vettoriale” avrai anche appreso le due tipologie di formati immagine esistenti: raster e vettoriale.

Photoshop lavora esclusivamente con immagini di tipo raster costitute da Pixel e risoluzione. È possibile infatti editare foto e disegni, creare fotomontaggi, sistemare imperfezioni di foto, creare sfocature, alterare colori, tonalità, luminosità, saturazione ed applicare filtri ed effetti speciali.

Apriamo una parentesi anche su InDesign, il software professionale di impaginazione per la stampa e il publishing digitale, che consente di progettare e pubblicare un’ampia gamma di contenuti per la stampa come per riviste, libri e quotidiani. All’interno è possibile importare ed impaginare sia immagini raster che vettoriali, ma non è adatto ne al disegno, ne al fotoritocco.

 

Quindi quale software devo utilizzare per i miei progetti?


Vediamo di seguito quando è opportuno utilizzare Illustrator, Photoshop o InDesign:

  • Disegno e realizzazione di un logo ➝  Illustratorcome detto più volte, si tratta di uno strumento di disegno vettoriale, perciò, il file di output sarà un opera che potrà essere scalata all’infinito senza perdere la qualità. Avere un logo in formato vettoriale è assolutamente necessario visti i molteplici supporti su dovrà poter essere stampato, dalla carta intestata al biglietto da visita, dalla cartellonistica alla pubblicità in TV, dalla pagina Facebook al gadget.
  • Scontornamento di una fotoPhotoshopper editare e scontornare una fotografia non possiamo far altro che utilizzare un software di elaborazione di immagini raster come PS.
  • Layout web e appPhotoshop e IllustratorPer disegnare il layout di un sito web, tecnicamente vanno bene entrambi i software visto che in fase di creazione di un nuovo documento è possibile, in ambedue i casi, selezionare formati predefiniti per pagine web e app.
  • Packaging  ➝ Illustrator
  • Ridimensionamento o ritaglio di foto  ➝ Photoshop
  • Biglietti da visitaIllustrator
  • Fotoritocco  ➝ Photoshop
  • Disegno di cartoni animati  ➝ Illustrator
  • Impaginazione e produzione di prodotti editoriali  ➝ InDesign
  • Brochure multipagina  ➝ InDesign
  • Riviste  ➝ InDesign

 

Come scaricare Adobe Illustrator

Ora che hai capito che cosa è Adobe Illustrator, non ti rimane che scaricarlo ed installarlo. Con un’iscrizione gratuita a Creative Cloud, puoi scaricare la versione di prova che dura 30 giorni dopodiché decidere se attivare un piano ad abbonamento mensile di 24,39 €.

 

Se questa lettura ti è piaciuta ho un super favore da chiederti. A te non costa nulla, per me invece sarebbe straordinario: che ne dici di regalare un Like al mio post? Se non l’hai fatto ecco qui il pulsante:

[fblike]

 

  • 6
    Shares